lunedì 17 gennaio 2011

Pizia garbugli

"La morte della Pizia", di Friedrich Dürrenmatt, è un libricino davvero tanto simpatico.
Per chi ha letto o comunque conosce il mito di Edipo Re, le 60 paginette che compongono l'opera saranno un cuncentrato di stramberia che sicuramente saprà donare un pò di sorriso.

Image and video hosting by TinyPic

Vi propongo uno stralcio partendo dalla prima riga del racconto:

"Stizzita per la scemenza dei suoi stessi oracoli e per l'ingenua credulità dei Greci, la sacerdotessa di Delfi Pannychis XI, lunga e secca come quasi tutte le Pizie che l'avevano preceduta, ascoltò le domande del giovane Edipo, un altro che voleva sapere se i suoi genitori erano davvero i suoi genitori, come se fosse facile stabilire una cosa del genere nei circoli aristocratici, dove, senza scherzi, donne maritate davano a intendere ai loro consorti, i quali peraltro finivano per crederci, come qualmente Zeus in persona si fosse giaciuto con loro. Vero è che in simili casi, essendo comunque dubitosi coloro che venivano a consultarla, la Pizia soleva rispondere con un semplice: si e no, dipende...; quel giorno però l'intera faccenda le parve di un'idiozia veramente intollerabile, forse soltanto perchè quando il pallido giovanotto arrivò claudicando al santuario erano ormai le cinque passate, invece di starlo a sentire Pannychis avrebbe dovuto chiudere , e allora, vuoi per guarirlo dalla fede incondizionata nelle sentenze degli oracoli, vuoi perchè essendo così di cattivo umore le saltò il ghiribizzo di far arrabbiare quel principe di Corinto dall'aria altezzosa, la Pizia gli fece una profezia che più insensata ed inverosimile non avrebbe potuto essere, la quale, pensò, non si sarebbe certamente mai avverata, perchè nessuno al mondo può ammazzare il proprio padre e andare a letto con la propria madre, senza contare che per lei tutte quelle storie di accoppiamenti incestuosi fra dèi e semidei altro non erano che insulse leggende."

Consigliatissimo a chi, ocme dicevo sopra, ha letto o conosce il mito di Edipo :D
Fra l'altro, in un paio d'ore abbondanti lo si finisce, potreste persino andare da Feltrinelli e leggerlo lì, senza spesa alcuna XD (ma questo solo se volete fare le persone biricchine! )


3 commenti:

mina ha detto...

Io purtroppo ultimamente con la lettura mi sono un pò arenata!! ma quando riuscirò a fire il mio libro in lettura farò un saltino alla Feltrinelli!! bye bye

Federica ha detto...

so cosa fare,anzi dove andare, giovedì mentre attendo il treno!!!

Carlo De Petris ha detto...

mina
spero tu possa riuscire ad accelerare un pò con le tue letture ;)
Io in questo periodo sono abbastanza libero e quindi mi ci sto dedicando parecchio: finchè si può, approfitto!


Federica
Se lo leggi tutto sarà un'attesa bella lunga :/
Ma almeno scoprirai che la storia di Edipo potrebbe essere molto più ingarbugliata di quanto il mito racconta :D