sabato 2 febbraio 2013

Django Unchained

La settimana scorsa sono andato al cinema assieme alla Saretta. Il film prescelto è stato Django Unchained, ultimo lavoro di Quentin Tarantino, poliedrico creativo d'Oltreoceano.


Questa pellicola era da lungo tempo attesa da parte mia, curioso di vedere cosa ne sarebbe uscito fuori da questo Western che vuole essere all'italiana unito al particolare canone tarantiniano.

Il risultato è certamente buono, anche se il film non è stato esattamente ciò che mi aspettavo!
Ho trovato molti degli elementi che cercavo, alcune perle assolutamente inattese mi hanno davvero conquistato (la scena della discussione fra i membri del Ku Klux Klan è fantastica!) però allo stesso tempo mi aspettavo altre cose che invece son mancate un po'.

La cosa che mi preme sottolineare più di tutte le altre e che, secondo me, questo film non è molto western! E' una storia di vendetta innanzi tutto, ma subito dopo la vendetta il tema è lo schiavismo, argomento che davvero poco incontra il mio immaginario di film western.
Ma tant'è, una volta assorbito il colpo e capito che anzichè pistolettate alla mezzogiorno di fuoco ci sono frustate sulle schiene, una volta centrato il target per quello che è, resta un prodotto valido e godibile :)

A me son piaciuti molto i minuti iniziali e quelli finali, nella parte centrale ho avvertito invece un po' di eccessiva lentezza nello svolgimento della trama (che, fatto insolito per Tarantino, si svolge in modo quanto mai lineare): direi che le 2 ore e 40 di film potevano essere accorciate almeno un pochino!

Gli attori fanno per bene il loro mestiere, Cristoph Waltz buca lo schermo ancora una volta e stavolta il copione gli è anche favorevole, rendendolo protagonista assoluto; Jamie Foxx bravo lo è sempre stato e qui non fa altro che confermarsi; Leonardo di Caprio è come il vino: più invecchia e più diventa bravo, bravo!

Molto bello il finale pirotecnico, in pieno stile Tarantino :D


5 commenti:

Strawberry ha detto...

Io l'ho trovato fenomenale, non è un western e non capisco perché si dovrebbe pensare che lo sia, trattandosi di Tarantino... a me non è pesata neanche la lunghezza... niente, ho trovato davvero poco da criticare a questo film e a quel geniaccio di Quentin...:-)

Carlo De Petris ha detto...

"Si dovrebbe pensare" perchè si è sempre parlato di "Omaggio agli spaghetti western" "Il western secondo Tarantino" etc. Non a caso, sia imdb che wikipedia lo classificano come Western.

Ribadisco che il film mi è piaciuto molto, ma il precedente Bastardi senza gloria mi piacqua ancor di più! :D

Roblogger ha detto...

E' la prima volta che entro nel tuo blog,ciao ;) Bel post ;) Concordo con il tuo pensiero. Anche a me è piaciuto il film,molto e ne parlo molto positivamente nel mio blog. Io mi sono divertita ad analizzare il film perchè di chicche ce n'è a iosa.

Carlo De Petris ha detto...

Benvenuta!
Mi fa piacere che il film ti sia piaciuto, spero di rivederti anche in futuro su queste pagine :)

Robbin ha detto...

Keep in touch ;)