domenica 26 febbraio 2012

Precious

Una delle più belle sensazioni che si possano mai provare nella vità è secondo me quella del sentirsi preziosi. Non parlo tanto di eventuali successi professionali o sportivi,  nè dell'essere in generale "risorsa strategica" di un'associazione, di un'ente, di una comunità. Per carità, tutte situazioni bellissime ed invidiabili, ma io mi riferisco ad altro.

Molto modestamente, la sensazione alla quale mi riferisco io è affare per pochi, per due persone sole a voler essere precisi: la persona grazie alla quale si compie questo evento prodigioso e la persona che ha la sfacciata fortuna di ritrovarsi ad essere "quella preziosa".

Cdp: "Allora io vado..."
S."..."
Cdp: "Che succede, non ci siamo ancora salutati e già ti manco? :) "

Certi giorni, di fronte ad eventi ed espressioni che possono sembrare alquanto banali, mi fermo un attimo e mi ritrovo ad analizzare la mia situazione, questa faccenda dell'essere dannatamente fortunato per esempio. Fortunato perchè, grazie a qualcuno, io posso fregiarmi dell'euforica sensazione di sentirmi prezioso. Non serve molto a farmi afferrare questa verità, basta uno sguardo ed il messaggio arriva subito a destinazione, molto meglio di (pur sempre graditissimi e quanto mai utili) gesti, doni, azioni che stanno lì "a dimostrare che".

Spero di non rendermi troppo odioso nello sbandierare ai quattro venti la mia idilliaca posizione, ma almeno per oggi sarà così che le cose andranno, ci son certi giorni in cui bisogna dire come ci si sente. Sarebbe un peccato mancare l'occasione di far notare che la vita, a ben guardare, può essere un bel posto, che nel bel mezzo delle brutture del mondo ci sono persone e momenti e sensazioni che possono squarciare tutto il grigiore di una civiltà che non coltiva più tanto spesso certe emozioni.

Non mi sono mai sentito tanto prezioso prima d'oggi, si fa un pò fatica ad accettare la cosa. E' talmente bello da aver quasi paura di prenderne coscienza, quasi non si volesse rischiare di scoprire che magari è solo un'illusione (e invece no, non lo è!)

Sono troppo fortunato.
Grazie.

<------------>

PS
Una delle più belle canzoni dei Depeche mode porta proprio il titolo di questo post, mi sembra quindi una buona occasione infilarla qui :)




...Angels with silver wings
Shouldn't know suffering
I wish I could take the pain for you...

9 commenti:

Drilli ha detto...

ti amo <3

Federica ha detto...

che teneri!
mi farai venire il diabete XD

Erika Zomer ha detto...

io che il diabete ce l'ho già, mi è salita la glicemia...che meraviglia scoprire che siamo in tanti a esser fortunati

mina ha detto...

Bravo bravo bravo!!! ci dimentichiamo a volte di quanto siamo fortunati!!

Lunga ha detto...

Uh che bellini che siete! :)

Carlo De Petris ha detto...

*imbarazzo generale*
(ma come, lancio il sasso e nascondo la mano? :D )

Spero che questo picco di zuccheri non abbia causato troppi danni (e che erika avesse l'insulina a portata di mano!) ^^''

Grazie per la vostra partecipazione! ^_^

Soffio ha detto...

Sentirsi preziosi impreziosisce tutto

Chiara ha detto...

Ogni tanto mi dicono "menomale che ci sei".
E' lì che io mi sento preziosa e immensamente grande.

Carlo De Petris ha detto...

Soffio
Grazie :)

Chiara
E ti capisco! Brava tu.