domenica 26 giugno 2011

ah, i maschietti!

Durante la mia adolescenza avevo parecchie difficoltà a fare amicizia con i miei coetanei maschi, mentre riuscivo molto più semplicemente con le ragazze. Il motivo di questa mia "predisposizione" credo risieda (anche) nel fatto che la mia testa già allora era parechio diversa dal modello proposto nella storiella che ho trovato in giro per il web e che qui vi riporto.


RIFLETTERE

Un uomo aveva tre ragazze ma non sapeva quale sposare.
Allora, decise di fare un test, per vedere quale fosse la più adatta a diventare sua moglie.
Prelevò 15.000 euro dalla sua banca, ne diede 5000 à ciascuna dicendole: - Spendili come vuoi.
La prima andò a fare shopping, acquistò vestiti, gioielli, andò dal parrucchiere, dall'estetista etc.
Di ritorno dall'uomo, gli disse: - Ho speso tutti i tuoi soldi per essere più bella per te, per piacerti: Tutto ciò, perché ti amo.
Anche la seconda andò a fare shopping, acquistando vestiti per lei, un lettore CD, una televisione schermo piatto, due paia si scarpe da jogging, delle mazze da golf e dei film porno.
Di ritorno dall'uomo, gli disse: - Ho speso tutti i tuoi soldi per renderti felice, per piacerti. Tutto ciò, perché ti amo.
La terza prese i soldi e li investì in borsa. In tre giorni raddoppiò il proprio investimento, rese i 5000 Euro all'uomo e gli disse: - Ho investito i tuoi soldi ed ho guadagnato i miei. Ora posso fare ciò che voglio col mio danaro. Tutto ciò, perché ti amo.
Allora l'uomo si mise a riflettere, riflettere... riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere.. (gli uomini riflettono molto...)
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere.. (gli uomini riflettono veramente tanto.)
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere.. (UFF, E' LUNGA)
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..
riflettere..

E sposò quella che aveva le tette più grosse.
Perché un uomo riflette molto... ma finisce sempre per fare le stesse cazzate.

4 commenti:

Federica ha detto...

allora sono un po' uomo anche io: rifletto un sacco e faccio sempre le solite cazzate... solo che ho altri metri di valutazione, tipo il livello di demenza.

Carlo De Petris ha detto...

magari, a differenza "loro", riuscirai anche a migliorarti col tempo :)

Klod ha detto...

Ahahahahahah!!!
Bellissima la storiella!!! =)

Carlo De Petris ha detto...

:)