giovedì 14 maggio 2009

Il signor Pancione

Pancione al PC - immagine indicativa
[questa immagine è puramente indicativa]


Oggi, mentre son preso dal mio GiroBlog più o meno quotidiano, ho pensato di scrivere due righe sul signor Pancione.
Dalla mia postazione privilegiata nell'aula polifunzionale, qui alla facoltà di ingegneria, godo di una vista privilegiata sul tizio in questione. Mi basta fare 5 metri per osservarlo dal vivo, nel pieno esercizio delle sue funzioni.
Già dal nome si intuisce la sua notevole possenza scenica, di quanto possa soffrire la malcapitata sedia su cui è accomodato e di quanti litri di sudore sarebbe capace di produrre se non ci fosse la climatizzazione.
Ciò che più mi incuriosisce del signor Pancione però non è la sua grande mole, ma è la faccia da eterno annoiato che aleggia sul suo volto. Lui è qui, davanti alla sua scrivania, a fare il suo comodo lavoro: in pratica deve prendere dei moduli dagli studenti, deve registrarli su un PC e consegnare delle tessere magnetiche (che danno prezzi agevolati sui pasti nei locali convenzionati ;) ). Insomma, a parte le due settimane di inizio anno, in cui tutti rinnovano le tessere, il suo lavoro è una pacchia, un paradiso della nullafacenza. Più che un lavoro, "un posto".
E lui niente, se ne sta in panciolle tutto il giorno, come se gli fosse morto il gatto la sera prima, ogni persona che gli viene a chiedere qualcosa sulle tessere riceve risposte date con estrema sufficienza, con distrazione, sembra quasi di andarlo a disturbare. Magari lui sta teorizzando nuovi sviluppi della chimica industriale, mentre i poveri studenti con la testa fra le nuvole chiedono come ottenere le vili tessere.
Pancione non si alza quasi mai dalla sua sedia, o meglio io lo vedo sempre seduto, sempre, solo che ogni tanto "sparisce" e non lo vedo più, ma in questi anni non sono mai riuscito a coglierlo in flagrante nell'atto di destarsi dalla sua posizione canonica, dal suo intrallazzare col pc (tanto nel 99% dell'anno non c'ha molto da fare)

Avessi io un "posto" del genere, invece mi tocca studiare i PLC oggi, che sono certamente più interessanti, ma non danno reddito al momento, e al momento son tempi di crisi si sa!

Se lo osservo troppo va a finire che mi deprime troppo, meglio soprassedere e pensare ad altro :P

2 commenti:

Chiara ha detto...

Uno dei tantissimi lavori inutili e degli stipendi rubati allo stato!

Carlo De Petris ha detto...

nel caso del signor Pancione direi decisamente di si :S
O almeno ... c'è tanta gente che potrebbe svolgere quel compito molto meglio di lui!