mercoledì 27 maggio 2009

La fiera delle ipocrisie familiari

che tamarrità di matrimonio!

I matrimoni sono una cosa bellissima. Le promesse di matrimonio sono un fatto bellissimo. Due persone che si uniscono è quanto di meglio possa accadere in questo mondo.
Ciò che mi da sui nervi in ogni matrimonio è il Dover incontrare tutti i parenti, sopratutto quelli che non ti filano mai durante il resto della loro vita. Ci sono quelli che non ti saluterebbero manco se vi scontrate fronte e fronte, quello che fino a ieri tramavano per trarre benefici a danno tuo e chi più ne ha più ne metta. Perchè purtroppo, almeno all'interno della mia famiglia, tutti si ignorano, tutti contattano casa mia solo quando ci sono problemi, e non per modo di dire.

Ma oggi! Oggi tutti felicemente assieme, perchè nel ricevimento nuziale tutti "si vogliono bene", si fanno complimenti, raccomandazioni e grasse risate con quelle stesse persone che durante il resto dell'anno sparlano anche e sopratutto a sproposito.
Visto che siamo alla Fiera sono presenti anche altri fenomeni molto coerenti, come il parente che fino al mese prima ti telefonava a casa perchè diceva letteralmente "non abbiamo i soldi per la spesa" e puntualmente si presenta con un vestito pagato il triplo del tuo. Il triplo.
Tutti devono essere perfetti, è una guerra senza campo al punto luce più sbrillantoso. E' un giorno di festa, onoriamo la nuova famiglia che si è appena formata, ma quante cose mi danno fastidio... tipo l'andare SOLO al ristorante senza andare alla funzione, religiosa o civile che sia, perchè certi parenti "nooooo, mi scoccio, veniamo direttamente al ristorante!" Alla faccia dell'onorare la nuova famiglia! Evidentemente le famiglie si onorano non presentandosi nel momento delle loro dichiarazioni formali e bla bla bla, bensì partendo in pole position ai nastri di partenza del buffet, che se non ti mangi almeno tre antilopi ed uno Yak caramellato sei un "fesso che fa la busta allo sposo e non se ne vede bene".

Odio l'ipocrisia in tutte le sue declinazioni. Non odio l'ipocrita, ma proprio l'ipocrisia. Per le persone al massimo provo una vaga sensazione di pena, che ci volete fare.

2 commenti:

lella ha detto...

ehi Carlo
come mai questa disquisizione sul matrimonio?son proprio curiosa!
Sarà xkè ci son passata da pokissimo,ma mi ha fatto molto sorridere la coincidenza.
Diciamo ke sono d'accordo con te su alcune cose,ma x fortuna nn le ho vissute :forse siamo troppo simpatici x meritarci amici o parenti ipocriti :-)
In ogni caso noi abbiamo tagliato di netto i parenti ,solo i genitori e gli amici + stretti.
Hai già intenzione di convolare o sei stato invitato a qualke cerimonia?
un bacio
Lella

Carlo De Petris ha detto...

ieri (il 25) ho partecipato ad un matrimonio e vissuto tutte le scenette descritte ... tanta ipocrisia -.-

Ma, come detto nell'articolo,l'idea del matrimonio di per sè è una cosa (per quanto mi riguarda) bellissima :D

Per me ... ci vorrà molto tempo per convolare, manca la materia prima!