martedì 4 agosto 2009

Avere un marchio riconoscibile

Pensate ad un settore altamente concorrenziale quale quello delle birre, dove convivono e lottano fra loro centianaia di prodotti differenti. Ognuno cerca quel quid che lo faccia emergere o che crei la sua nicchia ristretta di ammiratori. Alcuni decantano i loro particolari metodi di lavorazione, altri la loro secolare tradizione, altri la loro particolare provenienza.

Stamattina girovagando sul web per tutt'altri motivi, mi imbatto in questa genialata made in USA:

mmm che gusto deciso!
Con tanto di sito ufficiale eh, mica stiamo a pettinare le bambole qui!

http://www.horsepissbeer.com

ehm ... O_O

8 commenti:

Franz ha detto...

Ecco come fare la differenza!

La Ire ha detto...

scemità è il tag più appropriato!!! (sono tornata... ero assente causa grandi pulizie!)

Carlo De Petris ha detto...

Franz
a noi non sarebbe mai venuto in mente!

Ire
il mondo è pieno di scemità, è un dovere rilanciarne almeno qualcuna ogni tanto :P sennò diventa tutto troppo serio e deprimente qui ... già già.
Se mi inviti per un caffè dopo vengo ad ammirare i risultati delle grandi pulizie :) porto i pasticcini ^_^

Clelia ha detto...

ahahah geniali sti yankee. Per me scua ma la migliore pubblicità della birra è stata quella della peroni... Una bionda per la vita resta un must!

un abbraccio da Londra

Clelia

lella ha detto...

le solite americanate ke alla fine sono geniali ma spesso un pò volgari.
E quando hanno in mano una birra lo diventano anke loro,credimi!
Lella

Carlo De Petris ha detto...

Clelia
Come gia abbiamo formulato sui tuoi lidi la donna (corpo femminile) buttata in qualche modo nella pubblicità fa vendere sempre!

Lella
non oso immaginare :/
Siamo alle folkloristiche uscite da rutto libero o ci si imbatte in apprezzamenti "simpatici" a 7 generazioni di parenti assortiti? :S

patri ha detto...

Sarà ma io resto attaccata al mio marchio preferito, la Cat's piss ;)

Carlo De Petris ha detto...

Miaooo =^.^=

ohi ma chi è sta bellona nell'avatar :D ?