giovedì 29 settembre 2011

Esperienze gastronomiche parigine

In questo post parlerò di tutte le cose buone e/o tipiche del posto che ci è capitato di mangiare durante il nostro viaggio. Con questo post inoltre finalmente potrò tornare alla normale programmazione del mio blog (con solo un mese di ritardo XD )

Che abbiamo provato fra le tante specialità che si possono trovare a Parigi ?

Macarones:

Macarones

Come ho avuto modo di accennare durante le precedenti puntate (qui e qui) abbiamo provato dei macarones acquistati all'interno dei magazzini Lafayette, al modico prezzo di 1,50 euro per ogni pezzetto grande "come un baiocco". Come li possiamo definire ? la definizione più adatta ci è sembrata "un'esperienza sensoriale". In pratica ci sono due strati di un qualcosa di solido ma friabile (credo sia meringa) con in mezzo una farcitura di cremina speciale, che racchiude in se l'essenza del gusto prescelto. Essì, perchè i macarones esistono in molteplici varietà, un pò come i gelati!. Il risultato è buono, dal gusto intenso ma dalla durata decisamente insoddisfacente, almeno per i nostri stomaci voraci :D



Croissant:
Ne abbiamo preso uno a testa da Cocquelicot : un cornetto penso sappiate come è fatto, quindi posso sinteticamente dire che era (in ordine di importanza): buono, leggero, friabile, con un bel pò di inaspettato burro spalmato sopra! Gnam!



La "pallina verde":
Questa non c'entra niente con Parigi e la Francia, ma ci è piaciuta davvero tanto XD.
L'abbiamo presa in una pasticceria che non abbiam capito (o meglio: non ricordiamo) se è libanese oppure tunisina. In pratica è una palla fatta di (credo) pasta di mandorle e pistacchi, cosparsa di pistacchi a pezzettoni. Ci ha rapiti e conquistati *_*
Qualcuno sa come si chiaaaaaamaaaaa ?
gnamme


A pranzo a Montmartre:
Dopo aver sondato molti annunci online quando eravamo a casa, ci siam decisi e trovati abbastanza concordi su "La Taverne de Montmartre" (Rue Gabrielle no 25).
Lontano dall'epicentro del turismo, ma comunque raggiungibile in pochi passi. Si mangia bene e si paga un pelino sotto la media parigina. Coperto e (per chi la vuole) acqua del sindaco sono aggratis (il coperto non ce l'aspettavamo :P )

Taverne de Montmartre

Per il nostro pranzo abbiam deciso di provare una Fondue Bourguignonne, ovvero una fonduta dove NON c'è il formaggio, ma generose porzioni di carne tagliate a pezzi e da intingere in un pentolino di olio bollente...

Fondue

Il tutto accompagnato da una soddisfacente quantità di patate e dalle salsine saporitose.

gnaaaaaammmm

Crepes
L'abbiam provata sia dolce (nutellaaaa :D ) che salata. Non mi è sembrata superiore a quelle che si possono trovare in Italia. Molto mainstream, a preparartela puoi ritrovarti chiunque, anche qualche ragazzetto assunto la settimana prima che non sa come muoversi.
Non strettamente necessarie direi.



A Cena per Montmartre:

Qui eravamo un pò più indecisi, in un certo momento abbiamo preso in seria considerazione la possibilità di bissare alla taverna di cui sopra, solo che mentre sbirciavamo un altro locale da noi appuntato, ci siam ritrovati la piacevole sorpresa di cui ho gia scritto. Quindi siamo entrati in "Le Refuge des Fondues" (17 rue des Trois-Freres). Solo 2 menù fissi (fonduta di carne o di formaggio), solo 2 bevande (vino bianco o vino rosso, un segno caratteristico: il biberon o_O

biberon

Il locale è piccolo, le persone ci vanno strette, l'atmosfera è ... insolita, diciamo festaiola e per nulla romantica. Se cercate un posto chic, evitate, se volete fare un pò di caciara, siete nel posto giusto. Poi ci sono sempre i biberon, che ben sintetizzano la poca serietà (in senso buono) del locale :P

fonduta formaggiosa

Abbiamo preso la fonduta di formaggio. Non è stata la più buona della nostra vita, direi che siamo nella media, ma tanto eravamo distratti dall'ambiente, dai muri tapezzati di scritte lasciate negli anni dagli avventori
e dalla coppia italiana seduta accanto a noi che non ha fato altro che lamentarsi, sopratutto della loro fonduta di carne che secondo loro doveva essere preparata in tutto un altro modo (ma anche no!).


Questo è tutto, signore e signori. Da domani, si riparte col blogghino "normale" XD
E' stata una lunga, lunghissima cronaca, ma alla fine ci son riuscito e sono contento di esserci riuscito :D
Spero di poter fare altri viaggi ed altri resoconti quanto prima!

4 commenti:

Federica ha detto...

se sanno di meringa allora devo assaggiarli!!!

Chiara ha detto...

Io alla fine ho provato i Macarons del McDonald's. Il prezzo è decisamente inferiore a quelli di LaDurée, ma immagino che quelli "originali" siano ancora più buoni.
Simpatico il locale con i Biberon.
Comunque, compimenti. Meglio di una guida turistica.

Irene ha detto...

mah, credo che se andrò in francia.... non ci andrò per il cibo!!!! non mi ispira nulla!!!

Carlo De Petris ha detto...

Federica
non so se sanno di meriga (visto che di meringhe non ne so nulla ^^'' ) ma a quanto ne so, lo strato superiore dovrebbe esser fatto così. Ma tanto, nella pratica, si sente l'essenza racchiusa nella cremina, non il resto :P


Chiara
Al McDonald^ o_O non me lo sarei mai immaginato di trovarli anche lì XD

Per i complimenti: esagerata :)


Irene
Ci mancherebbe pure, visto che per tua fortuna abiti in un posticino dove si mangia divinamente oserei dire (come un pò tutta l'italia a dire il vero! :D )